Come gestire correttamente le password

Come gestire correttamente le password

A seguito della notizia della violazione del database utenti di libero.it da parte di hacker (qui l’articolo di Tom’s Hardware) in molti si chiedono come gestire al meglio le proprie password e se ogni tanto è necessario modificarle. La risposta è ASSOLUTAMENTE SI, infatti le password sono infatti una componente indispensabile di qualsiasi servizio online: bisogna farne un uso saggio, altrimenti rischiano di diventare una protezione inutile!

Ecco alcune regole importanti da ricordare riguardo alle password:

  1. Una password condivisa è una password insicura: non bisogna scriverla su post it o lasciarla appuntata in pubblico (o come spesso capita sul monitor o sotto la tastiera del computer). Scriverla su carta può andare bene soltanto se custodite un quaderno o un block notes senza portarlo in giro, in un luogo sicuro ed al riparo da occhi indiscreti.
  2. Non utilizzare la stessa password per tutti i servizi online, perchè se uno di questi venisse compromesso, un hacker potrebbere accedere a tutti i nostri servizi che usano la stessa password
  3. Cambiare la password al massimo ogni 6 mesi
  4. Non usare mai password banali o corrispondenti, per dire, a date di nascita o al nome dei figli. Un servizio utile e gratuito per generare password casuali è random.org
  5. Fare uso di varianti non scontate di una password base che ricordiamo bene, ad esempio, ed introdurre delle complessità al suo interno (come caratteri non alfabetici, numeri e via dicendo)
  6. Utilizzare software (ad esempio Keepass) che permettano di salvare su un file criptato tutte le nostre password, potremo poi accedere a questo file ricordandoci una sola password di accesso